Browsing: Taccuino di un Gonzo

Umile valvola di sfogo di un Gonzo dal delirio quotidiano di questo folle mondo. Deliri, follie e sogni di un povero stronzo curioso.

Gonzitudine
0

Il Natale, pericolosa arma di distrazione di massa

Un colpo di tosse stacca un pezzo della pangea purulenta che alberga nella mia zona bronchiale. Mentre raggiungo nuove vette dello schifo, con violento sdegno scaracchio per terra una gelatinosa massa fluorescente che sembra provenire da qualche film horror degli anni Ottanta.

Gonzitudine
0

Processioni, cappelle ed inseguimenti sulla ss Paullese

Qui da noi in provincia, i preti hanno sempre dettato, o cercato di dettare, legge.

Ora, da qualche tempo, pare abbian voluto metter bocca (?) anche sul sesso clandestino. Sembra infatti vi sia una segreta richiesta, da parte del porporato, affichè si inseriscano nei nostri alberghi ad ore dei luoghi di preghiera.

Taccuino di un Gonzo
0

Sweet Dreams

Occhi sbarrati che fissano il soffitto immerso nel buio. La finestra spalancata in cerca di quell’unico alito di vento che possa cullare la mia mente verso più tranquilli lidi fatti di sonno e ristoro. Incastrato nelle sinapsi lo strepitoso ritornello funky di The Gateway dei Red Hot Chili Peppers. L

Taccuino di un Gonzo
0

Sudore testuale

Tardo pomeriggio dell’ennesima giornata estiva che volge al termine. Davanti a me un sole rosso tinge l’orizzonte e mantiene costantemente alta la temperatura. In mano una piacevole lettura, divertente passatempo in questa canicola di fine giugno.

Taccuino di un Gonzo
0

Rock to death: la morte suona sul palco parte I

Una sera qualunque di un rovente giorno di luglio. Mark Roncoe, investigatore privato di San Elmorazo. E’ sverso in malo modo sul divano del suo sudicio appartamento in De Bereghe Avenue in un quartiere popolare incastonato in una cornice dove a farla da padrone è la criminalità giovanile, lo spaccio di droga e la prostituzione.

Taccuino di un Gonzo
0

Appunti di uno spacciatore di tempo

Il tempo. Maledetto tempo. Potessi averne di più. Perché questo tempo non basta mai? Più ne hai e più ne vorresti. Il tempo è prezioso. Una sorta di oro astratto che l’umanità cerca in modo spasmodico, disperatamente. «Tu sei giovane e la vita è lunga e c’è ancora tempo da sprecare oggi», cantano i Pink Floyd dalle casse del mio stereo.

Taccuino di un Gonzo
0

Turgidi risvegli

Ritorno a scrivere mentre la fuori piove come se non ci fosse un domani e il sole sparisce, beffardo, dietro ad una coltre di nuvole cariche d’odio. Come se Dio avesse trovato la vergine Maria a letto con qualcun altro, intenta a farsi deflorare quella santissima vagina.

1 2 3