Venom, il fascino oscuro dell’antieroe

0

Ero poco più che un bambino quando, all’interno del programma per ragazzi Solletico, andava in onda la serie animata Spider Man- L’Uomo Ragno. Esattamente come avvenuto per il cartone animato di Batman (celebre per la sigla cantata da Cristina D’Avena), anche quella sull’Uomo Ragno è stata spacciato per un prodotto destinato a dei bambini. Riguardandole anni dopo si può notare come entrambe le serie presentano risvolti molto dark e decisamente difficili da essere compresi da un pubblico di bambini.

La sigla italiana di apertura della serie animata di Spider Man degli anni Novanta

Ma durante la visione di questa fantastica serie degli anni Novanta su Spider Man (che ha fatto si che quest’ultimo diventasse il mio super eroe preferito) un altra figura ha catturato la mia attenzione: quella di Venom. Con il passare degli anni la mia passione per l’amichevole Spider Man di quartiere è aumentata fino a spingermi alla lettura dei fumetti, che mi hanno permesso di saperne di più su quel personaggio oscuro dalle sembianze orrende e dai tanti tratti in comune con la storia dell’Uomo Ragno. Venom è un simbionte (una razza di parassiti amorfi extra terrestri) che ha la capacità di assumere il controllo del corpo dell’ospite del quale si impossessa. Il suo ospite più famoso è senz’altro Eddie Brock, reporter che (almeno nella storia a fumetti) nutre dell’odio nei confronti di Spider Man, accusandolo di avergli rovinato la vita. Ben presto Venom divenne, sempre nella storia a fumetti, uno dei nemici più pericolosi e spietati che l’Uomo Ragno abbia mai affrontato.

Copertina della versione a fumetti di Venom

Questo doveroso preambolo ci porta quindi alla realizzazione nel 2018 di un film interamente dedicato al personaggio di Venom. Benché esso sia stato rappresentato nel terzo film della trilogia di Spider Man diretta da Sam Raimi con protagonista Tobey McGuire, mancava ancora un’intera pellicola dedicata al simbionte. Il ruolo di Eddie Brock è interpretato da Tom Hardy, giornalista investigativo celebre per i suoi servizi caustici e che perseguono sempre la ricerca della verità. La società di bioingegneria Life Foundation di Carlton Drake durante la sua esplorazione spaziale scopre delle forme di vita aliene che porta sulla Terra. L’ossessione da parte di Drake nel riuscire a scoprire il legame tra l’umanità e simbionti lo porta a fare esperimenti su esseri umani contro la loro volontà. Ben presto i metodi di Drake attirano l’attenzione di Brock, il quale intervista quest’ultimo (intercettando delle email confidenziali lette sul pc della sua fidanzata Anne Weying, avvocato legato alla Life Foundation) fino ad incalzarlo con domande mirate.

Tom Hardy nei panni di Eddie Brock/ Venom in una scena del film

Da qui la vita di Brock prende una piega inaspettata: viene licenziato dal suo lavoro e lasciato dalla sua fidanzata, la quale a sua volta viene licenziata dal reparto legale della Life Foundation. Mentre Eddie cerca di mettere insieme i cocci della sua vita viene contattato da una dottoressa che lavora a stretto contatto con gli esperimenti dei simbionti sugli esseri umani e chiede aiuto a Brock, il quale inizialmente si dimostra riluttante per poi accettare di documentare i metodi della Life Foundation. Qui scopre che una senza tetto che conosce è stata usata come cavia e, mentre cerca di salvarla, viene impossessato dal simbionte il quale gli cambia totalmente la vita.

Non sono mai stato un grande appassionato del MCU, il Marvel Cinematic Universe, l’universo cinematografico creato dai super eroi Marvel. Negli ultimi anni il cinema ha puntato molto sulla produzione di film che hanno fatto a gara per gli effetti speciali più costosi senza lasciare realmente qualcosa allo spettatore. Il film di Venom rappresenta una piacevole eccezione, in quanto slegato dall’universo filmico Marvel (come dichiarato anche dal produttore del film Matt Toimach). L’interpretazione di Tom Hardy rende la figura di Eddie Brock e l’interazione con Venom qualcosa di assai piacevole, molto più vicina a ciò che realmente rappresenta Spider Man all’interno del mondo dei super eroi. Venom è una delle migliori incarnazioni dell’antieroe: nonostante questo simbionte non abbia una coscienza, agisce secondo una propria etica che differisce da quella dei criminali comuni e da tutti gli altri nemici dell’Uomo Ragno, il quale in ogni caso non avrà una nemesi più terribile di Venom. Sicuramente un film di piacevole visione dalla trama molto scorrevole, ovviamente staccata dalla trama rappresentata dai fumetti ma che mantiene una sua identità e che, purtroppo, in Italia è passato abbastanza in sordina. Se anche voi siete dell’idea che i veri eroi sono coloro che non si sentono tali facendo qualcosa di speciale nella vita di tutti i giorni, sicuramente non potete perdervi questo film.

Hank Cignatta

https://www.youtube.com/watch?v=wHw-u2Z6WIM
Share.

About Author

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore responsabile di Bad Literature Inc.

Leave A Reply