Amazon acquista la Metro-Goldwyn-Mayer e si prepara a conquistare il mondo

0
79

In tempi in cui la pandemia ha cambiato le nostre vite abbiamo assistito in prima persona anche al mutamento delle nostre abitudini. La chiusura dei cinema ha portato ad un incremento del concetto on demand (letteralmente, su richiesta) che aveva visto un suo iniziale sviluppo in seguito alla morte del videonoleggio. In Italia tutto ha avuto inizio nel 2015, quando Netflix ha fatto la sua comparsa nel nostro Paese. Da allora c’è stata una massiccia proliferazione di piattaforme di video on demand come Disney +, Now (servizio streaming di Sky), Discovery +, Apple +, Rakuten Tv e molte altre. Tra queste figura anche Prime Video, piattaforma di proprietà di Amazon, che si è ritagliata uno spazio di tutto rispetto grazie a produzioni originali (esattamente come avviene per Netflix), gestite dalla divisone degli Amazon Studios.

Schermata principale di Amazon Prime Video

Amazon, la più grande internet company al mondo, ha diversificato i suoi interessi ed investimenti, acquisendo tra le altre cose l’Internet Movie Database, Twitch, la piattaforma di distribuzione digitale per fumetti ComiXology e la catena di supermercati Whole Foods. Come se ciò non fosse già sufficiente, dopo diverse voci ieri è giunta la conferma dell’acquisizione della Metro- Goldwyn- Mayer da parte della società fondata da Jeff Bezos. L’operazione è stata possibile grazie ad un accordo che si è aggirato intorno ai 8,45 miliardi di dollari. Amazon acquisisce uno degli studi cinematografici più antichi ed importanti di Hollywood e della storia del cinema.

L’iconico logo con il ruggito del leone della Metro Goldwyn Mayer, che precede ogni sua produzione

La notizia ieri è giunta un po’ in sordina ma è comunque destinata a fare storia: gli studi cinematografici della Metro Goldwyn Mayer, tra i più importanti di Hollywood e della storia del cinema, possiede la più vasta cine-libreria del mondo comprendente oltre 4.100 titoli e più di 10.400 episodi di serie televisive. Inoltre nella sua lunga storia si è aggiudicata ben 208 premi Oscar e comprende alcuni dei film più famosi della storia del cinema come la saga di 007, quella di Rocky, Via Col Vento, 2001: Odissea nello spazio e molti altri classici, tra i quali gli episodi di Tom & Jerry. La MGM, da tempo in sofferenza, ha patito come molte altre realtà la crisi generata dalla pandemia da Covid-19 e la conseguente chiusura forzata delle sale cinematografiche. E per 8,45 miliardi di dollari Amazon appone il suo sorriso, sempre più sornione, anche su questa importantissima parte della storia del cinema. Una vera e propria storia da film.

Hank Cignatta

© Riproduzione riservata

Leave a reply