Gonzify Yourself!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato/a sul nostro folle mondo.

    Bad Literature Inc

    Http error extravaganza 3, la perfezione

    Spread the love

    Tutti i marketers sono delle puttane. E tutte le puttane sono marketers. Un mio amico venditore mi diceva sempre “Devi saper vendere il tuo culo ad un etero“. “Vendi il tuo! “, gli rispondevo con scarsa lungimiranza. Oltre a scrivere questa rubrica di successo per Bad Literature Inc. gestisco da anni Controversy Records, una label indipendente specializzata in merch e musica, che usa la provocazione per muovere critica sociale. Fin dall’inizio del progetto ho sempre utilizzato tecniche di Guerilla Marketing: quando arriva il periodo dei saldi io maggioro del cinquanta percento il costo dei miei prodotti invitando ad andare ad acquistare lammerda da altri venditori. La tocco sempre piano.

    Il Logo di Controversy Records

    E quindi in tutti questi anni ho sviluppato un marketing che amo definire banditesco, non per forza illegale, ma probabile soggetto a censure di varia natura. Non sto qui a fare il manuale del vendipentole adesso, sarei il primo ad annoiarmi. Voglio solo darvi dei consigli o comunque portarvi la mia esperienza di luminare.

    FONDI ILLEGALI: Per partire con un qualsiasi progetto, consiglio a tutti di spacciare o fare rapine al fine di recuperare i soldi per  strutturare la cosa. Anche questo fa marketing se pensate che il Wu Tang Clan ha fondato tutto su questa leggenda…In una biografia questo fa curriculum pesante (vero o no che sia).

    SPAM STILE ISIS: Lo spam nel web è sempre più difficile. Ma fatta la regola arriva il marketer truffaldino. Per quanto mi riguarda pratico da sempre bombing nei messaggi diretti ai miei contatti nei vari social senza pietà. Quindi messaggi pubblicitari semplici, cambiando spesso foto e testo (per ciulare l’algoritmo), cinquanta alla volta (che sia Instagram, FB, Whatsapp, Mastodon etc etc). La regola è: se due ti rispondono male uno compra (o si interessa al progetto). Non verrò mai sconfitto finché dura questa statistica. Lo spam comunque non è solo web: per anni ho scritto annunci fasulli spacciandomi per una Thailandese che fa massaggi o un vecchietto che vende una credenza sui giornali cartacei, salvo poi piazzare magliette. Con la scusa che il business era cambiato per il vecchio o perché avrei avvisato le mogli ai clienti della Thailandese.

    TUTTI SANNO CHE SONO UN FIGLIO DI PUTTANA: Non ho mai avuto scrupoli ad usare metodi borderline per i miei piccoli affari. Nel tempo ne ho fatte di cotte e di crude: ho fatto indossare ad una prostituta per una sera intera una felpa Controversy Records mentre lavorava in strada (era divertita dalla cosa). Ho dato adesivi a tutti gli spacciatori che conosco (o che conoscono alcuni miei contatti) come rivenditori ufficiali del marchio Controversy. D’altronde chi conosce più gente di loro? Ho usato le bacheche dei siti porno per pubblicizzare i miei prodotti. Credo che in parecchi facendosi una sega abbiano eiaculato leggendo “NUOVA TSHIRTS CONTROVERSY RECORDS” come primo commento dei video che guardavano. Ho regalato la maglietta KROKODIL a tossici come testimonial (altro che cantanti). Ho regalato la t-shirt ROAD TO EXTINCTION ad arabi prevalentemente (raffigura uno spermatozoo con una cintura esplosiva) sperando di rivederla in qualche primavera araba prima o poi. Ma il succo qual è? Il Marchio Controversy è un virus.

    ESAGERARE LE CIFRE: Big Show, il wrestler della WWE non è veramente alto 2,31 mt. Però fa figo pensarlo. Esagerate sempre le cifre. Tanto nessuno ha tempo di confutare quando la vita moderna non ti fa neanche pulire il culo dopo aver cagato.

    STORYTELLING E CLICKBAITING: Per fare entrare la gente nei vostri link citate sempre i progetti sulla cresta dell’onda e più grossi di voi e nei testi alludete a delle scabrose verità su di loro. Io uso spesso ZeroCalcare e Venezia Hardcore e funziona. Ma in verità su questi due progetti non ho niente da dire. Anzi, alcuni sono amici. Li sfrutto solamente.

    STREET MARKETING: Un periodo ho messo in giro spaventapasseri con la tshirt Controversy. Perlopiù nei campi alle entrate delle autostrade. Inquietante ma efficace. Faceva notizia.

    INSULTA I FINTI POVERI: Ma regala ai poveri veri. Questi, quando avranno due spicci diventeranno jihadisti del tuo progetto.

    MEME MARKETING: Buttatela sempre in cazzata che il mondo avrà bisogno di sorrisi in futuro. Giocate col vostro marchio. Prendetevi per il culo tanto da poter prendere per il culo tutti.

    Amen. Vi ho regalato qualche segreto. Non sprecatelo.

    Davide Controversy

    Riproduzione riservata ©

    p

    Sono la mente insana che sta alla base di Bad Literature Inc. Giornalista pubblicista, Gonzo nell’animo, speaker radiofonico, peccatore professionista, casinista come pochi. Infesto il web con i miei articoli che sono dei punti di vista ( e in quanto tali condivisibili o meno) e ho una particolare predisposizione a dileggiare la normalità. Se volete saperne di più su di me e su Bad Literature Inc. e volete proprio farvi del male, leggete i miei articoli. Ma poi non dite che non siete stati avvertiti.

    Post a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Bad Literature Inc.
    T. 01118836767
    M. 377 3794897
    M. 334 3372700
    redazione@badliteratureinc.com
    redazioneuppercut@yahoo.it
    alancomoretto@virgilio.it
    Designed and Developed by Stile Sale