La rivincita di Konami nel mondo del PC: rivoluzione o fuoco di paglia?

0

Dopo il successo di Microsoft e di Playstation anche Konami, azienda giapponese che abbiamo imparato a conoscere per famosi titoli di videogiochi del calibro di Metal Gear Solid, Catelvania, Pes e tanti altri che ha sviluppato negli anni per le console che hanno caratterizzato la nostra infanzia come il NES e l’intramontabile Nintendo DS, ha deciso di entrare nel settore del gaming pc e lo fa con la Konami Amusement, affiliata alla Konami Holding Corporation.

La Konami negli ultimi anni si è dilettata con molto stile alla messa a punto e la realizzazione di alcuni cabinati con la nuova tecnologia denominata arcade, utilizzata anche negli ultimi dispositivi della mela morsicata. Ha così restaurato giochi molto gettonati tra gli anni ottanta e novanta presenti nelle suddette cabine ed anche in qualche apparato tascabile sempre in chiave arcade: tutto ciò nell’ottica di far rivivere piacevoli ricordi fra i videogamers più attempati e per far sentire al passo con i tempi anche quei pochi non avvezzi, facendo molto probabilmente un’operazione di restyling simile a quella fatta da Nokia.

Secondo alcune rumors (poi confermati dalla stessa Konami) l’azienda nipponica avrebbe deciso di darsi una svecchiata sfidando colossi come Sony e Microsoft utilizzando le sue competenze sicuramente molto ferrate in ambito gaming e di ottimizzazione software, dando alla luce quello che sembra essere un prodotto molto intrigante. Stando alle prime indiscrezioni sembrerebbe avere tutte le carte in regola per dare del filo da torcere non solo ai colossi ormai conosciuti del settore ma anche a tutto l’attuale panorama videoludico.

Si tratterebbe di un  PC da Gaming che sarà disponibile al preodine per settembre in tre differenti versioni che si dovrebbero aggirare intorno a circa $ 1.761 / £ 1.358 per la sua versione base, l’ARESPEAR C300, per la sua versione medio gamma chiamata ARESPEAR C700 il prezzo potrebbe attestarsi intorno a $ 3.019 / £ 2.327 mentre nella versione top di gamma secondo quanto trapelato arriveremo a sfondare quota $ 3.228 / £ 2.488 circa. In merito alle dimensioni dei suddetti prodotti sembrerebbero essere sovrapponibili per tutti i modelli e dovrebbero misurare  575 x 501 x 230 mm di spessore: inoltre saranno accomunati dallo stesso design accattivante e un tantino retrò, caratteristica peculiare sicuramente più che distintiva, anche se un po’ rivisitata in chiave moderna ma in stile Konami che aiuterà certamente l’azienda a scalare la vetta anche nel mondo PC come è precedentemente  accaduto anche nel  comparto Gaming e console.

Infatti il design dei pannelli frontali di questi dispositivi potrebbero ricordare un nido d’ape, mossa arguta e studiata e già adottata dalla casa di Cupertino nel design dell’ultimo Macbook Pro da 16K. Ma una domanda sorge spontanea: non sarà forse che l’azienda giapponese abbia paura di fallire a causa delle grandi pretese e aspettative non facili da raggiungere alla prima esperienza in questo settore già molto inflazionato e complesso? 

Data la non indifferente dotazione nella sua versione base sarà composto da  un processore Intel Core i5-9400F, 8 GB di memoria DDR4 che affiancata ad una GeForce GTX 1650 permetterà al dispositivo di raggiungere 2666 MHz. Nella sua seconda versione invece presenterà un equipaggiamento niente male composto da una  GeForce GTX 1650 e un SSD da 512 GB. I modelli di fascia alta, Arespear C700 e C700 +, presenteranno al loro interno  dissipatori AIO, uno dei migliori attualmente sul mercato,  che dovrebbe garantire all’acquirente un’esperienza di gioco da sciame sismico di orgasmi. Infatti i PC Di fascia medio alta dovrebbero essere in grado di riprodurre qualsiasi tipo di gioco superiore a 60 fps e superiori garantendo all’utente finale un inpuntamento veramente minimale durante l’esperienza di gioco con prestazioni molto alte.

Griglia di raffreddamento ARESPEAR C300

Tra le varie caratteristiche di questi dispositivi  sarà possibile trovare al loro interno SSD M.2 NVMe nonché alcune schede audio ASUS dedicate; se ad una prima occhiata l’aspetto identico potrebbe trarre in inganno, la colorazione di questi “diamantini” di casa Konami ci viene certamente in aiuto poiché questi tre modelli oltre a differire dal punto di vista software ed hardware sembrerebbero differire anche dalle diverse colorazioni, che secondo quanto trapelato negli ultimi mesi varierebbero in base al modello in questione.

I PC di fascia alta, infatti dovrebbero essere in grado di eseguire alcuni giochi di fascia alta saranno con tutta probabilità equipaggiati da processori Intel Core i7-9700 GeForce RTX 2070 affiancati da una memoria DDR4 variabile in base alla configurazione del prodotto tra 8 GB o 16 GB di RAM DDR4, GeForce RTX 2070 SUPER, SSD da 512 GB e HDD da 1 TB. Ciò porta il PC a raggiungere senza troppi problemi 2.666 MHz in questa configurazione. Alcuni videogiocatori potrebbero optare per una configurazione Intel Core i9 9900K o un RTX 2080 Ti in favore di una stabilità maggiore e della freschezza dell’ Intel core I9 sarebbe preferibile affidarsi a una configurazione un tantino più stabile come per esempio un  RTX 2070 Super affiancato magari da  l’i7 9700.

Alan Comoretto

® Riproduzione riservata

Liked it? Take a second to support Bad Literature Inc. on Patreon!
Share.

About Author

Leave A Reply

Shares