Editoriale Gonzo: Spaghetti a mezzanotte

0
122

C’è sicuramente entusiasmo per la vittoria dell’Italia agli europei di calcio, argomento che sta monopolizzando l’opinione pubblica con una serie di racconti e di aneddoti che cercano di far salire l’italica incazzatura nei confronti degli abitanti della perfida Albione, che ad oggi dimostra di essere solamente una bambina capricciosa e dispettosa. Tra meme, sfottò, cartelloni e goliardici costumi ripresi quasi con frenesia dalla diretta televisiva del servizio pubblico il clima è stato ancora simpatico e leggero. Ciò che non è concepibile è il casino generatosi nelle piazze delle principali città italiane, dove a regnare sono stati solo la becera ignoranza fine a sé stessa e la voglia di far casino a tutti i costi.

Un momento dei festeggiamenti in centro a Torino, con persone in piedi sul tetto di un autobus cittadino di linea

Ciò che però fa incazzare seriamente senza appello alcuno è il non sapersi divertire senza dover scadere in atti di teppismo che nulla hanno a che fare con la gioia di festeggiare un traguardo sportivo. Il bilancio di questa nottata di festeggiamenti, oltre ad essere grave, è imbarazzante. Neanche l’ultimo dell’anno si sono registrati così incidenti e danni. Tutto questo non ha nulla a che fare con un tifo indiavolato o con una fede sportiva difficile da contenere. Questo è semplicemente non saper stare al mondo, una delle cose più brutte possibili. In fin dei conti, è solo una partita di calcio.

Hank Cignatta

® Riproduzione riservata

Leave a reply