Editoriale Gonzo: Profondo Arancione

0
27

Iniziamo questa settimana scrivendovi da una delle diverse zone arancioni d’Italia. Profondo arancione, in attesa di vedere l’eterno lasso di tempo per poter seguire il virtuoso esempio della Sardegna, catalogata come zona bianca e quindi potenzialmente Covid free, come dicono quelli bravi ai quali gli inglesismi paiono suonare molto bene in bocca.

Niente di nuovo (per ora) da parte di quello che sarebbe dovuto essere il nuovo governo dei migliori e degli illuminati, eletti a traghettarci fuori da una profonda crisi economica che da troppo tempo attanaglia l’italica economia, permettendoci in qualche modo di vedere qualche timido spiraglio di luce in fondo ad un tunnel reso ancora più buio da parte della pandemia. Certo, qualcuno potrebbe giustamente far osservare che il lasso di tempo dell’insediamento del nuovo esecutivo Draghi è troppo breve per poter osservare qualche miglioria ma lo diciamo ora in tempi non sospetti: non cambierà nulla. Proprio niente.

Continua il cambio nella giostra cromatica che fa passare Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Bolzano, Trento e Umbria in zona arancio. Un profondo arancione, tendente al rosso che giungerà molto presto visto l’impellente desiderio degli italiano di potersi riprendere la libertà di fare le piccole cose. Il virus corre, galoppa ad una velocità impressionante così come la spasmodica ricerca del “Vaccino Delle Meraviglie” in grado di salvarci tutti.

E’ la settimana del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, giunto quest’anno alla settantunesima edizione: questo è già sufficiente per dare inizio alle numerose polemiche che accompagneranno la kermesse. Intanto, il mondo dello spettacolo in toto celebra amaramente un anno di totale stop delle attività: discoteche e cinema chiusi e concerti rimandati a data da destinarsi. Ciò che ha da sempre salvato la razza umana è la sua incredibile capacità di adattamento, ma per quanto questo potrà accadere prima di toccare il punto di non ritorno? Dobbiamo ancora riprenderci dalla notizia del definitivo ritiro dalle scene dei Daft Punk, il mirabolante duo francese che ha fatto la storia moderna della musica elettronica e cercheremo di elaborare il tutto fischiettando qualche motivetto festivaliero, in attesa di questa Pasqua dal quale uovo usciranno altri problemi e giganteschi disagi.

Hank Cignatta

© Riproduzione riservata

Leave a reply