Che cosa ci importa delle elezioni USA?

0

Oggi ho avuto una breve, ma interessante conversazione sugli USA. Ero al lavoro presso il call center (non molto stimolante, ma se non altro meno stressante di altri) e stavo parlando con un collega. Si trattava di un ragazzo molto giovane – appena 20 anni – ma tutto fuorché timido. Iniziamo quindi a parlare, e visto che guardavo spesso il telefono mi ha chiesto: “Cosa stai facendo?”. Io gli rispondo: “Sto seguendo le elezioni USA: speriamo in bene”, e la sua risposta è stata: “Ma che te ne frega, sono gli Stati Uniti. Non siamo mica noi”.

La relativa importanza degli USA

Ora, io non pretendo che tutti seguano il mondo politico come il sottoscritto, né che siano appassionati di storia o di economia. Mi rendo conto che non sempre queste materie affascinano, e anzi facciano vomitare (ma qui si aprirebbero altri discorsi). E forse questa consapevolezza è quella che mi ha permesso di dargli una risposta quantomeno pacata. Detto ciò, come cazzo fai a pensare una cosa del genere?

Credere che in questo momento le vicende politiche di uno grande stato non influenzino gli altri è semplicemente assurdo. Se poi parliamo di quella che è ancora la prima potenza mondiale ancora di più. E se parliamo di un paese che da decenni è legato a questa potenza in campo economico e politico non parliamone. E, tanto per cambiare, questa superpotenza potrebbe cambiare leader nei prossimi giorni, e con esso il suo modo di agire. Soprattutto verso l’Europa, dove siamo noi.

Quindi, cari giovinastri a cui non frega un cazzo della politica: potete anche sbattervene del mondo politico. Non è un obbligo. Ma poi non lamentatevi se da quel mondo arrivano decisioni che vi condizionano e vi fanno schifo. Perché voi glielo permettete. E non ve ne importa niente.

Riccardo Ruzzafante

® Riproduzione riservata

Liked it? Take a second to support Bad Literature Inc. on Patreon!
Share.

About Author

Leave A Reply

Shares