Bad Literature Inc.

E' Vero. E' giornalismo. E' Gonzo, bellezza.

Chi ha ucciso Hunter Thompson?

Il dottore non l’avrebbe mai fatto. Voglio dire, si parla da anni di un suicidio ma, da uno a cui piaceva godere, mi sarei aspettato una morte un po’ più gonza. Magari dopo un gioco erotico con una bambola gonfiabile imbottita di tritolo oppure una partita alla roulette russa stile Cimino: perché, se ti chiami Hunter Thompson, ti spari si, ma giocandoci sopra dei soldi.

E comunque nella faccenda ci sono ancora un sacco di zone d’ombra: principalmente non è stata fatta un’autopsia e nel referto della polizia la zona d’ombra è talmente fitta che nessuna luce pare poter illuminare la questione. Ok, non ho voglia di riportarvi troppi particolari, li potete cercare in rete tipo qui oppure qui. Diciamoci la verità, Thompson era un personaggio scomodo ed era pronto a svelare complotti e schifezze varie sul prima e sul dopo l’ 11 settembre (leggetevi questa intervista). Inoltre sono scomparse dalla rete da qualche mese molte pagine relative alla questione omicidio/suicidio (come si può notare dalle fonti di questa pagina wiki). Sinceramente a noi non frega un cazzo: io personalmente penso che il dottore non sia neppure passato a miglior vita e questa foto, scattata due anni fa, potrebbe essere la prova che Thompson sia vivo e sia anche ringiovanito.

Dite che quello nella foto non è Hunter Thompson? Dite pure quello che vi pare! Per alcuni è andata così. Ma per chi si è letto tutto quello che in Italia (col cantagocce) viene pubblicato… Beh, per noi fans e portatori (in)sani di giornalismo Gonzo…Non è andata così, noi sappiamo bene com’è andata eh,eh,eh,eh ! L’unica cosa che posso dirvi con sicurezza è che Nixon questa volta non c’entra; Nixon, il 21 di febbraio del 2005, era già sotto terra da un pezzo ed il nostro Hunter pare anche abbia contribuito a piantargli gli ultimi chiodi nella bara!

Cari lettori di Bad Literature Inc., qui lo dico e qui lo nego, ma credo che nessuno sappia con precisione come andò. La storia della politica e la commedia dell’arte sono pregni di misteri, di gente volata giù dalla finestra per intenderci. Sappiate però che Hunter Stockton Thompson mi ha raccontato tutto, ma sappiate anche che i segreti e le confessioni tra amici non si possono raccontare. Terrò quindi la bocca cucita! Potrei però spifferarvi di quella volta che io e il doc finimmo in un bordello in provincia di Brescia, ma magari facciamo un’altra volta. Si, meglio che facciamo un’altra volta.

Bob Viniskia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: