8 marzo – Donne che odiano gli uomini

Buon 8 marzo a tutte le donne. Anche a quelle che rifiutano il concetto di 8 marzo perché le donne vanno considerate sempre. E hanno ragione.

Buon 8 marzo e viva tutte le donne. Buon 8 marzo alla ribelle del Rojava con il mitra in mano. Buon 8 marzo alla studentessa di Belle Arti con la testa rasata e i piercing sui capezzoli. Buon 8 marzo a Bianca Guaccero per i suoi tacchi e per il linciaggio mediatico che s’è beccata.

(ph. fonte fanpage.it)

Buon 8 marzo alle madri, alle mogli, alle fidanzate, alle amanti. Buon 8 marzo alle single che cercano un uomo, a quelle che cercano una donna, a quelle che non cercano nessuno e stanno bene così perché non è detto che nella vita si debba per forza avere qualcuno con cui essere qualcosa.

Buon 8 marzo a Alice Hindman, la protagonista di uno dei racconti di “Winesburg, Ohio” di Anderson. Buon 8 marzo a lei perché per me rimane la più grandiosa delle figure femminili mai partorite dalla letteratura. Un giorno ve ne racconterò la storia.

(ph fonte cavalieridellaluce.net)

Buon 8 marzo a Pauline Harmange, attivista, blogger e scrittrice che in questi giorni potete trovare in libreria con il suo primo libro dal titolo “Odio gli uomini”.

Buon 8 marzo a tutti quelli come me che quando hanno visto un titolo simile collegato alla parola “blogger” hanno sentito un brivido di freddo lungo la schiena, immaginando una rutilante sequenza di scialbo femminismo fatto di gambe pelose come segno di protesta verso l’oppressione estetica maschile.

(ph. fonte hoepli.it)

Buon 8 marzo a quelli che come me hanno comunque comprato il libro perché un libro non si giudica mai dalla copertina e in ogni caso quando vuoi parlare male di qualcosa devi informarti due volte tanto rispetto a qualcosa cui vuoi parlarne bene.

Pauline Harnage (ph. fonte thevision.com)

Buon 8 marzo a quelli che leggendo il libro scopriranno che non è esattamente quello che si è pensato fosse e che quel “odio gli uomini” non è solo uno slogan sensazionalistico, ma il frutto di un ragionamento obiettivo e sensato con il quale si può essere d’accordo o meno, ma in ogni caso si può apprezzare proprio perché ha un suo perché.

Buon 8 marzo a tutte le donne. E a tutti quegli uomini che, come me, non smettono di interagire con loro. A volte imparando, altre volte discordando, ma in ogni caso sempre ascoltando.

(P.S. Per la cronaca, non ho nulla in contrario al non radersi le gambe)

Danilo D’Acunto

® Riproduzione riservata

Leave a reply